ASSISI

ASSISI

Assisi è la città in cui nacquero, vissero e morirono San Francesco, patrono d’Italia, e Santa Chiara.

La città di Assisi è situata sul versante nord-occidentale del monte Subasio, in posizione collinare rispetto alla Valle Umbra e a circa 26 km da Perugia.

Il territorio assisano comprende porzioni sia pianeggianti sia collinari che di bassa montagna. La città serafica grazie alla sua posizione posta in collina ed affacciata sulla Valle Umbra, presenta un clima gradevole con estati calde ma non afose ed inverni non eccessivamente rigidi.

Numerosi sono i luoghi da visitare per i turisti.

Chiese ed edifici sacri

Basilica di San Francesco d’Assisi (divisa in parte inferiore e superiore)
La Basilica di Santa Chiara
Basilica di Santa Maria degli Angeli con la Porziuncola
Eremo delle Carceri sul monte Subasio
La Rocca Maggiore
Cattedrale di San Rufino
Chiesa di Santa Maria Maggiore
La Porziuncola
Chiesa di San Pietro
Chiesa Nuova
Oratorio dei Pellegrini
Oratorio di San Francesco Piccolino
Chiesa di Santo Stefano
Chiesa di san Damiano
Chiesa di Santa Maria in Rivotorto (Santuario di Rivotorto, chiesa del XIX secolo in forme gotiche costruita per riparare il “tugurio” di San Francesco)
Abbazia di San Benedetto, fu fondata nel X secolo sulle pendici del monte Subasio; distrutta nel 1399, venne restaurata nel Seicento. Ne rimangono le mura perimetrali, l’abside e la cripta, risalente alla seconda metà dell’XI secolo.
Palazzo vescovile, dove San Francesco fece la rinuncia ai beni paterni.
Chiesa di Santa Maria Sopra Minerva

Altri monumenti

Anfiteatro romano, costruito nella prima metà del I secolo d.C., di cui rimane l’impianto ellittico ribadito dall’assetto delle case medievali e da un arco in cunei di travertino, mentre l’arena è definita dall’area di un giardino.
Rocca Maggiore, situata sulla cima della collina che domina la valle ed eretta in epoca altomedievale, fu distrutta da una sollevazione popolare (1198) contro il duca Corrado di Urslingen, tutore del futuro imperatore Federico II di Svevia. Fu ricostruita nel 1356 dal cardinale Egidio Albornoz, rispettando sostanzialmente le forme originali; solo successivamente sono stati aggiunti la torre poligonale (1458) e il bastione cilindrico che affianca l’ingresso (1535-1538). Sembra che nella Rocca abbiano soggiornato Federico Barbarossa e Federico II ancora bambino.
Piazza del Comune, solo nel Duecento questa area urbana diventa il fulcro della città. Il lato settentrionale è imperniato sul Tempio di Minerva, alla sinistra del quale venne edificato il Palazzo del Capitano del Popolo (metà XIII secolo – 1282), restaurato e dotato di merlatura nel 1927, insieme all’adiacente Torre del Popolo (1305), campanile civico ai cui piedi si trovano murate le misure trecentesche di mattoni, tegole e tessuti in uso nella città; con la costruzione del Palazzo dei Priori (1275 – 1493) fu completato anche il lato meridionale. La Fonte di Piazza con tre leoni sul lato orientale è cinquecentesca, mentre il Palazzo delle Poste sul lato occidentale è del 1926.
Tempio di Minerva